Doppio Tiravento

E venne il giorno della Capra: dopo avere ricevuto con il pesce d’Aprile la nuova mtb Maria Grazia non si teneva dalla gioia e dalla smania di provarla e quale occasione migliore del doppio Tiravento?
Siamo partiti in tredici da Premilcuore e avviati verso l’agriturismo Ridolla seguendo il lungofiume quindi oltrepassato il bellissimo ponte a schiena d’asino ci siamo portati sulla strada per proseguire in direzione Fiumicello dove una breve sosta ha consentito all’Iguana di prendere l’ennesimo caffè accompagnato dall’ennesima sigaretta mattutina aspirata in compagnia dell’Oscar quasi quasi bocca a bocca!
La salita lunga e regolare seppure con brevi tratti duri ha sgranato il gruppo fino al Finestrone ( punto panoramico eccezionale) e qui ci siamo radunati per alimentarci, nel frattempo ci hanno raggiunto alcuni bikers del gruppo Bolognese B&B con i quali ci siamo intrattenuti per spiegare il nostro percorso siccome loro non avevano mai fatto il Tiravento nè semplice nè doppio con grande meraviglia di Lisa che si è prodigata a convincerli di venire con noi illustrando ogni passaggio tecnico facendogli venire l’acquolina ben sapendo che questi sono avvezzi a fare abitualmente categoria OC.
A questo punto corre l’obbligo di lasciarli passare avanti all’imbocco del sentiero di crinale tanto suggestivo e unico da meritarsi una quantità industriale di foto fino al bivio del monte Tiravento dove la sosta è stata allietata dai siparietti di Tarzanello infaticabile intrattenitore barzelettiere.
Il sentiero che scende a S.Agata passando davanti alla torre di Montalto è veramente godevole e tecnico per tutti ma in particolare da fare gioire la Maria Grazia per l’acquisito miglioramento in sella alla Capra e per l’assiduo insegnamento come un trainer personale della Lisa agguerrita ed instancabile incitatrice.
Alla trattoria del Cervo ancora una sosta ci consente di riprendere fiato e non solo: chi si attacca alla fonte, chi al fiasco di vino con sfida ai sonagli, chi alla birra bionda, chi alla tazzina di caffè e i soliti due alla sigaretta che poi ci lasciano mentre prendiamo a salire duramente verso monte Rotondo con alcuni tratti di portaggio prima di scendere definitivamente in single trek veloce e tecnico verso la Ridolla tanto stanchi ma tanto contenti che darci un cinque è d’obbligo.
Ma l’espressione di estasi del volto paonazzo di Maria Grazia è veramente l’emblema di questa meravigliosa giornata.

Total distance: 30.81 km
Total climbing: 1519 m
Total Time: 08:42:27
Download

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *